Passa ai contenuti principali

Persian love cake



C’era una volta una giovane donna  persiana, di origini modeste, pazzamente innamorata di un principe, che non sapendo come giungere a lui, decise di conquistarlo preparandogli una torta.
Ma non una torta qualsiasi, una speciale, magica direi, che lo facesse invaghire di lei.
Un dolce speziato, profumato di rosa, che avesse tutte le potenzialità aromatiche del cardamomo e le note delicate dello zafferano.
Non si conosce l’epilogo di questa  storia d’amore, ed è per questo che vi  lascio a sognare una romantica conclusione, immersi fra petali di rosa e atmosfere d’oriente, e vi invito a provare questa ricetta unica per la Re-Cake di maggio





Ingredienti:
Per la torta
  1. 250 ml di Yogurt naturale
  2. 1 cucchiaino di Lievito per Dolci
  3. 6 Uova
  4. 220 g di Zucchero di Canna
  5. 150 g di Farina di Mandorle
  6. 150 g Semolino
  7. 6 bacche di Cardamomo
  8. 60 g di Pistacchi Tritati
  9. 1 pizzico di Zafferano
  10. 2 Cucchiai di Acqua di Rose
  11. 100 ml di Latte di Mandorla
  12. La Buccia grattugiata di 1 Limone o un'Arancia
Per lo Sciroppo
  1. Succo e Scorza di 1 Limone o un'Arancia
  2. 125 ml di Acqua
  3. 125 g di Zucchero di Canna
  4. 2 Cucchiai di Acqua di Rose
Istruzioni:
  1. Nel mortaio schiacciare i semi delle bacche di cardamomo; in una tazza aggiungere i fili di zafferano al latte e scaldare qualche minuto nel microonde.
  2. In un'altra ciotola sbattere le uova e lo zucchero fino ad ottenere una crema densa, unire lo yogurt, la farina di mandorle, il semolino e il lievito, quindi aggiungere il cardamomo macinato, la scorza di arancia o di limone e i pistacchi tritati; aggiungere l'acqua di rose al composto di latte e zafferano e aggiungere all'impasto di uova, amalgamare bene.
  3. Rivestire con la carta forno una tortiera di 24 cm di diametro e versare l'impasto, livellare ed infornare, cuocere per circa 45 minuti, fare la prova stecchino.
  4. Mentre la torta cuoce preparare lo sciroppo, mettere tutti gli ingredienti in un tegame e portare ad ebollizione, far sobbollire fino a quando non si sarà addensata, ci vorranno circa 5 minuti.
  5. Quando la torta sarà cotta, sfornare e con un pennello distribuire lo sciroppo sulla superficie, decifrare con petali di rosa e pistacchi tritati. 








Commenti

Post popolari in questo blog

Chocolate crinkle cookies

Ci sono persone importanti nella nostra vita, persone che vengono prima di tutto, che non devi ragionare per amarle, ma le ami e basta, a prescindere. Una figlia la ami sempre e comunque. Ami di lei le cose che ti somigliano e anche quelle completamente diverse da te. Ami la sua voce, il suo odore, il rumore dei suoi passi. Ami i suoi sorrisi, le sue lacrime, la sua forza, le sue debolezze, la sua rabbia, la sua tenerezza. La ami e basta, più di te stessa. Lei si chiama Valentina, ha ventidue anni, studia medicina, è bellissima e ama il cioccolato.

Crostata al cioccolato e lamponi

La Re-cake 2.0 è sempre un appuntamento da non perdere, per come la penso io, anche se negli ultimi tempi arrivo sempre, quasi allo scadere del tempo. Stavolta la ricetta è di indiscutibile bontà visto che parliamo di Yotam Ottolenghi, e quindi non possiamo far altro che inchinarci al maestro. Certo, non si tratta assolutamente di una preparazione dietetica, ma rimane il fatto che questa crostata è un goduria e che mi ha permesso di smaltire la cioccolata delle uova di Pasqua. A questo punto non vi rimane che provare a farla...mi ringrazierete.




Torcetti zuccherati al cocco

Il Blog ha cambiato casa, e come in un trasloco che si rispetti, avrà bisogno del tempo necessario per sistemarsi, abbellirsi e riorganizzarsi.  Si, proprio così, io e il mio spazio web, torneremo pian piano rigenerati. Ma anche se non sono ancora proprio pronta, con il solito entusiasmo partecipo al giochino mensile dello  #scambioricette che vede le #bloggalline più unite che mai.  E' Chiara Lazzarin di "La pulce tra i Fornelli" la mia compagna, stavolta, e nel suo bellissimo e già da me più volte visitato Blog ho scelto questi biscotti. E ho fatto proprio bene: super buoni!