Passa ai contenuti principali

Post

L'ultima ricetta

Ciambella alle ciliegie

Doveva essere diversa, questa ultima domenica di maggio.  Un viaggetto in Umbria era il programma. Di contrario c'era solo il meteo, che già da qualche giorno preannunciava una giornata non proprio di sole. Comunque per farla breve il progetto è cambiato e quindi oggi lavoro. È andata così, volevo vedere Rasiglia, sarà per la prossima volta. Però il dolce l'ho fatto, le mani in pasta per me, restano sempre una certezza. Ciambella allo yogurt super soffice, quella che vi propongo, da preparare velocemente, mettendoci solo un po' di pazienza per snocciolare le ciliegie. Potete sempre coinvolgere un aiutante...   Ingredienti 4 uova medie 240  g di farina 00 70 g di amido di mais 200 g di zucchero di canna 140 ml di olio di semi 350 g di ciliegie denocciolate scorza di un limone grattugiata 1 bustina di lievito per dolci Procedimento Montate le uova con lo zucchero fino a renderle spumose. Aggiungete l'olio a filo continuando a mescolare. Unite le farine setacciate con il l
Post recenti

Barrette ai fiocchi d'avena

 Arriva sempre un momento, ad un certo punto dell'anno, in cui si sente il bisogno di un'alimentazione più leggera. Di solito coincide con la primavera e per me più esattamente con i primi caldi. Le prime giornate di sole, la voglia di tornare al mare, la prova costume. L'inverno mi ha regalato un paio di chili, diciamo anche tre.  È ora quindi di cambiare il modo di fare colazione, dicendo addio per un po' alle mie torte, e fare scorta di fette biscottate, yogurt,  cereali e frutta. Anche le barrette che vi propongo possono essere una buona alternativa, perfette anche per lo spuntino del pomeriggio. Si preparano velocemente, sono senza conservanti né coloranti, e si conservano per una settimana in un barattolo di vetro. Ingredienti: 140 g di fiocchi d'avena 100 g di miele  2 cucchiai di olio di semi  40 g di mandorle  40 g di nocciole  40 g di uvetta  2 cucchiai di gocce di cioccolato Procedimento: Tritate in un mixer le nocciole e le mandorle. Sciogliete sul fuoco

Torta al caffellatte caldo

Che poi non è altro che una torta al latte caldo aromatizzata al caffè. Si potrebbe anche lasciarla così, semplice, con una spolverata di zucchero a velo.  Ma questa era un'occasione speciale, che meritava due cose:  una torta semplice, ma festaiola nell'aspetto, e soprattutto un post nel Blog. Tutto ciò perché sabato scorso ho fatto la mia prima dose di vaccino e mi è sembrato un ottimo motivo per festeggiare, per guardare avanti, scorgere una luce in fondo a questo tunnel e sognare di nuovo. Magari una vacanza... Ingredienti: 3 uova 160 g di zucchero 120 ml di latte  3 cucchiaini di caffè solubile 60 g di burro 250 g di farina 1 bustina di lievito 100 g di cioccolata fondente al caffè panna da montare fragole fresche Procedimento: Montate le uova con lo zucchero fino a renderle spumose. Fate bollire il latte e aggiungete il caffè solubile mescolando. Sciogliete nel latte anche il burro. Setacciate nel composto di uova la farina con il lievito e incorporate senza smontare. Agg

S'mores brownies

  Admin per un mese del favoloso gruppo  Re-cake 2.0 , mi sono trovata a scoprire questi dolcetti americani chiamati s'mores. In pratica si tratta di marshmallow arrostiti sul fuoco e messi fra due Graham cracker con al centro una tavoletta di cioccolato.  Si gode solo a pensarli! A questo punto, seguendo passo passo la ricetta proposta per realizzarne una versione ancora più speciale, mi sono rimboccata le maniche e ho cominciato preparando i Graham cracker. Eh sì, perché qui da noi non si trovano e quindi non resta altro da fare che prepararli in casa. Non sono proprio cracker, a mio parere ricordano un po' le digestive. Per farla breve, vi lascio qui sotto ingredienti, istruzioni e qualche foto per stuzzicarvi la salivazione. Ingredienti per i Graham cracker (ricetta di Marta Stewart): 85 g di farina 00 90 g di farina integrale 172 cucchiaini di cannella in polvere 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio 1/4 di cucchiaino di lievito in polvere 1/4 di cucchiaino di sale 90 g d

Colac (pane rumeno delle feste)

Sono confinata in casa da qualche giorno, in isolamento fiduciario, per un contatto con un positivo al Covid. È la seconda volta.  Le preoccupazioni sono le stesse: per me, per i miei figli, per mia madre che vive con me e che, nonostante abbia concluso il suo ciclo di vaccinazioni, non è ancora coperta. E poi in ansia per il "positivo" al quale voglio molto bene e non vorrei mai che gli accadesse qualcosa di brutto. In aggiunta a tutto questo, un decreto che ci confina in zona rossa fino al 6 aprile. Sono stanca, lo siamo tutti.  Cerco di non deprimermi, ma è sempre più difficile. Aspettando di poter finalmente essere vaccinati tutti, faccio appello alle mie risorse emotive positive e metto le mani in pasta... Per me spesso è la "risposta". La ricetta di oggi è un lievitato. Una corona semplice di pane, originaria dei paesi dell'est Europa, tratta dal libro Carpathia della foodwriter Irina Georgescu. Io l'ho preparata per il mensile appuntamento con Re-cake

Awameh

 A volte ci pensa un libro a farmi viaggiare in una terra lontana, altre volte un piatto. Le awameh (o lokma, in turco) sono frittelle di pasta lievitata condite con uno sciroppo dolce arricchito di spezie dai sentori orientali. Le admin di Re-Cake questa volta hanno tratto ispirazione da una ricetta di Jaudie Kalla, grande chef di origini palestinesi. Mi sono attenuta quasi totalmente alle indicazioni se non per la spezia utilizzata: ho sostituito il cardamomo con la cannella.  Soddisfatta del risultato, anche se come sapete non amo friggere, se non in casi assolutamente speciali, ma il carnevale assolutamente lo è. Vorrei farvene assaggiare una, ma sono già sparite... Una tira l'altra, ed è meglio così. Non vi consiglio di conservarle a lungo, ma di gustarle in giornata. Ingredienti 165 g di farina 00 70 g di amido di mais 3-5 g di lievito di birra disidratato 1 cucchiaino di zucchero 1 cucchiaino di sale 200 ml di acqua 400 ml di olio per friggere per lo sciroppo: 150 ml di acq

Pie vegetariana con porro, zucca e funghi

Le torte rustiche non sono tutte uguali. Alcune sono "salva cena", e capita anche a me di farne, con una base pronta e un ripieno inventato sul momento, affidandoci a quello che abbiamo nel frigorifero.   E non è detto che anche così non siano buone. Anzi. Questa che vi propongo, scelta dalla "regia" per  Re-Cake2.0 , arriva da una ricetta degli  Hairy Bikers , simpatici chef televisivi britannici. Il guscio è perfetto, rimane croccante e friabile e perfettamente impermeabile all'umidità del ripieno. Invece, per la farcia ho fatto di testa mia, però il regolamento lo prevedeva a patto che rimanesse vegetariana.   Ingredienti per la sfoglia: 350 g di farina 00 200 g di burro freddo un pizzico di sale 1 tuorlo acqua fredda per il ripieno: 50 g di burro 2 porri piccoli 300 g di zucca 20 g di funghi secchi 2 cucchiai di lenticchie lessate vino bianco q b brodo vegetale 100 ml peperoncino macinato Procedimento: Mettete i funghi a mollo in acqua fredda. Preparate la s