Awameh


 A volte ci pensa un libro a farmi viaggiare in una terra lontana, altre volte un piatto.

Le awameh (o lokma, in turco) sono frittelle di pasta lievitata condite con uno sciroppo dolce arricchito di spezie dai sentori orientali.

Le admin di Re-Cake questa volta hanno tratto ispirazione da una ricetta di Jaudie Kalla, grande chef di origini palestinesi.

Mi sono attenuta quasi totalmente alle indicazioni se non per la spezia utilizzata: ho sostituito il cardamomo con la cannella. 

Soddisfatta del risultato, anche se come sapete non amo friggere, se non in casi assolutamente speciali, ma il carnevale assolutamente lo è.

Vorrei farvene assaggiare una, ma sono già sparite...

Una tira l'altra, ed è meglio così.

Non vi consiglio di conservarle a lungo, ma di gustarle in giornata.



Ingredienti


165 g di farina 00

70 g di amido di mais

3-5 g di lievito di birra disidratato

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

200 ml di acqua


400 ml di olio per friggere


per lo sciroppo:


150 ml di acqua

250 g di zucchero

il succo di mezzo limone

1 baccello di cardamomo (per me 1 cucchiaino di cannella in polvere)

1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancio o di rose

 

Procedimento:


Mettete in una ciotola la farina, l'amido di mais, lo zucchero, il lievito e il sale. Iniziate ad aggiungere l'acqua mescolando prima con una frusta poi con una spatola. 

Dovrete ottenere un impasto molto morbido e appiccicoso ma non liquido. Coprite la ciotola con pellicola e fate lievitare per una o due ore, fino al raddoppio.

Intanto preparate lo sciroppo. Mettete in una casseruola lo zucchero, l'acqua e il cardamomo. Quando lo zucchero si sarà completamente sciolto e inizierà ad addensarsi, dopo una decina di minuti, aggiungete il succo di limone e continuate a ridurre lo sciroppo per altri 3-4 minuti. Non dovrà essere uno sciroppo eccessivamente denso. Quando avrete ottenuto un bello sciroppo che scende a filo, aggiungete l'acqua di fiori di arancio o di rose.

Quando l'impasto sarà pronto mettete l'olio per friggere in una casseruola ampia e fatelo scaldare (se avete un termometro, dovrà raggiungere i 170 gradi).

Ungetevi le mani con l'olio, prendete dei pezzetti di impasto della grandezza di una piccola noce e formate delle palline, che tufferete man mano nell'olio caldo. Friggete le awameh per 3-4 minuti o finché non saranno gonfie e dorate. 

Scolate le awameh su carta assorbente.

Mettete le frittelle in una ciotola e irroratele con lo sciroppo (abbondante). Mescolate facendo in modo che siano tutte ben imbevute. Scolate quindi lo sciroppo in eccesso e sistematele su un piatto. Completate con qualche pistacchio tritato, se volete, e con petali di rosa essiccate, se volete e li avete.









Commenti

Post più popolari