Passa ai contenuti principali

Soda bread


E’ arrivato anche settembre. 
E con lui una nuova Re – Cake.
Con mia immensa gioia, visto questo mio lungo momento di vuoto creativo, questo appuntamento mi tiene ancora legata ad un filo.

Il filo che mi unisce ancora a questo Blog.
Vuol dire che in fondo in fondo non voglio mollare.
E quindi, mentre fuori cadono le foglie, e le temperature del mattino si fanno più pungenti, ho acceso il forno.
Ecco a voi il risultato.
Ma quanto mi è piaciuto questo Soda bread!?!?
Non ve lo dico… dovete provarlo. 
Giocate anche voi!







Ingredienti
(per una padella in ghisa da 25 o una teglia da 20-22 cm di diametro)
Soda Bread:
160 g di farina 0
160 g di farina integrale
80 g di noci sminuzzate grossolanamente
100 g di fichi secchi sminuzzati ( per me 50 g di fichi e 50 g di cioccolato fondente tritato)
1 cucchiaio di lievito in polvere
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di sale
500 ml di latticello (oppure 300 ml di yogurt magro + 200 ml di latte)
Burro per la teglia
Burro al miele:
75 grammi di burro a temperatura ambiente
2 cucchiai di miele liquido




Preparate il soda bread:
Preriscaldate il forno a 205° C. Imburrate una padella di ghisa da 25 cm o una teglia da forno di 20 o 22 cm. Mettete da parte.
In una ciotola unite la farina 0, la farina integrale, le noci, i fichi secchi, il lievito, lo zucchero, il bicarbonato e il sale. Fate un foro al centro degli ingredienti secchi, quindi versatevi il latticello. Mescolate fino a formare un impasto grezzo e appiccicoso. Versate l’impasto ottenuto nella padella precedentemente imburrata e livellatelo bene fino a farlo arrivare ai bordi. Cospargete la superficie con un po’ di farina. Cuocete in forno preriscaldato per circa 25-30 minuti, finché non è dorato e inserendo uno stuzzicadenti al centro non ne esca pulito. Controllate il pane dopo 20 minuti. Qualora dovesse essere troppo colorito, copritelo con un foglio di alluminio per evitare che scurisca troppo, quindi fate finire di cuocere.
Sfornate il pane, quindi fatelo intiepidire per 5 minuti, poi passate la lama di un coltello lungo i bordi. Staccate delicatamente il pane dalla padella e adagiatelo su una gratella. Fatelo raffreddare per almeno 15 minuti prima di tagliarlo.
Il soda bread è molto più buono se consumato il giorno stesso della preparazione. Tuttavia, se non potete mangiarlo subito, avvolgetelo in carta alluminio. Si conserverà per un giorno o potete decidere di congelarlo.
Per il burro al miele:
In una ciotola mescolate con una forchetta il burro morbido con il miele, fino a ottenere una crema.
Servite il pane – preferibilmente tiepido – accompagnato dal burro al miele.






Commenti

Post popolari in questo blog

Chocolate crinkle cookies

Ci sono persone importanti nella nostra vita, persone che vengono prima di tutto, che non devi ragionare per amarle, ma le ami e basta, a prescindere. Una figlia la ami sempre e comunque. Ami di lei le cose che ti somigliano e anche quelle completamente diverse da te. Ami la sua voce, il suo odore, il rumore dei suoi passi. Ami i suoi sorrisi, le sue lacrime, la sua forza, le sue debolezze, la sua rabbia, la sua tenerezza. La ami e basta, più di te stessa. Lei si chiama Valentina, ha ventidue anni, studia medicina, è bellissima e ama il cioccolato.

Crostata al cioccolato e lamponi

La Re-cake 2.0 è sempre un appuntamento da non perdere, per come la penso io, anche se negli ultimi tempi arrivo sempre, quasi allo scadere del tempo. Stavolta la ricetta è di indiscutibile bontà visto che parliamo di Yotam Ottolenghi, e quindi non possiamo far altro che inchinarci al maestro. Certo, non si tratta assolutamente di una preparazione dietetica, ma rimane il fatto che questa crostata è un goduria e che mi ha permesso di smaltire la cioccolata delle uova di Pasqua. A questo punto non vi rimane che provare a farla...mi ringrazierete.




Torta fredda al caffè

Che strana estate questa. Diversa da tutte le altre. Senza più punti di riferimento. Ma la certezza di potercela fare. Ancora in bilico. Ma senza più paura di guardare giù. Molto tempo dal mio ultimo post. Ogni tanto la voglia di mollare tutto. O forse no. E mi riaffaccio con un nuovo #scambiamociunaricetta  e mi cimento nella preparazione della  Torta fredda al caffè di Peppe ai fornelli.







Ingredienti
(stampo da 20 cm)
500 ml di yogurt al caffè 250 ml di panna da montare zuccherata 50 g di zuccchero a velo mezzo cucchiaino di caffè in polvere 250 g di biscotti (io ho usato le Digestive) 100 g di burro morbido 3 fogli di colla di pesce una tazzina di latte cacao amaro




Istruzioni

Montare la panna e metterla nel frigorifero. Frullare i biscotti e amalgamarli al burro morbido. Foderare con carta forno il fondo di uno stampo a cerniera e con dell'acetato la parete. Introdurre al suo interno le briciole di biscotto e livellare schiacciando con il dorso di un cucchiaio. Riporre in frigorifero…