Passa ai contenuti principali

Pupe di Pasqua


La tradizione abruzzese voleva che durante le festività pasquali, le massaie preparassero dei dolci, che nella forma ricordassero delle bamboline da regalare alle bambine e altri a forma di cavallo per i maschietti.
La nonna di mia mamma però faceva sempre queste pupe e che io mi ricordi, a casa mia, non sono mai mancate sulla tavola di Pasqua, nemmeno una volta.
Quest'anno le ho fatte io. 
Che ne so, mi sentivo un po' nostalgica, mia mamma non le aveva ancora preparate, e io non me le volevo far mancare.










Ingredienti (per 4 Pupe):



200 g di zucchero
500 g di farina 
3 uova (+ 4 da mettere come decorazione)
una bustina di lievito in polvere per dolci

                     una bustina di vanillina                
      1 limone (buccia grattugiata)


Per le decorazioni:


confettini colorati
gocce di cioccolato








Montare le uova con lo zucchero, unire la farina setacciata con il lievito e lavorare la pasta.
Aggiungere la scorza di limone e l’olio e.v.o. ed amalgamare bene il tutto. La consistenza dell’ impasto deve essere morbida ma non deve incollarsi alle mani.
A questo punto si può cominciare a lavorare la pasta per creare le forme desiderate: basta ungersi un po’ le mani e liberare la fantasia.
 Una volta realizzati e decorati, infornare  le  pupe in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.






BUONA PASQUA






Commenti

Post popolari in questo blog

Chocolate crinkle cookies

Ci sono persone importanti nella nostra vita, persone che vengono prima di tutto, che non devi ragionare per amarle, ma le ami e basta, a prescindere. Una figlia la ami sempre e comunque. Ami di lei le cose che ti somigliano e anche quelle completamente diverse da te. Ami la sua voce, il suo odore, il rumore dei suoi passi. Ami i suoi sorrisi, le sue lacrime, la sua forza, le sue debolezze, la sua rabbia, la sua tenerezza. La ami e basta, più di te stessa. Lei si chiama Valentina, ha ventidue anni, studia medicina, è bellissima e ama il cioccolato.

Crostata al cioccolato e lamponi

La Re-cake 2.0 è sempre un appuntamento da non perdere, per come la penso io, anche se negli ultimi tempi arrivo sempre, quasi allo scadere del tempo. Stavolta la ricetta è di indiscutibile bontà visto che parliamo di Yotam Ottolenghi, e quindi non possiamo far altro che inchinarci al maestro. Certo, non si tratta assolutamente di una preparazione dietetica, ma rimane il fatto che questa crostata è un goduria e che mi ha permesso di smaltire la cioccolata delle uova di Pasqua. A questo punto non vi rimane che provare a farla...mi ringrazierete.




Torcetti zuccherati al cocco

Il Blog ha cambiato casa, e come in un trasloco che si rispetti, avrà bisogno del tempo necessario per sistemarsi, abbellirsi e riorganizzarsi.  Si, proprio così, io e il mio spazio web, torneremo pian piano rigenerati. Ma anche se non sono ancora proprio pronta, con il solito entusiasmo partecipo al giochino mensile dello  #scambioricette che vede le #bloggalline più unite che mai.  E' Chiara Lazzarin di "La pulce tra i Fornelli" la mia compagna, stavolta, e nel suo bellissimo e già da me più volte visitato Blog ho scelto questi biscotti. E ho fatto proprio bene: super buoni!