Passa ai contenuti principali

Crostata al cioccolato e lamponi


La Re-cake 2.0 è sempre un appuntamento da non perdere, per come la penso io, anche se negli ultimi tempi arrivo sempre, quasi allo scadere del tempo.
Stavolta la ricetta è di indiscutibile bontà visto che parliamo di Yotam Ottolenghi, e quindi non possiamo far altro che inchinarci al maestro.
Certo, non si tratta assolutamente di una preparazione dietetica, ma rimane il fatto che questa crostata è un goduria e che mi ha permesso di smaltire la cioccolata delle uova di Pasqua.
A questo punto non vi rimane che provare a farla...mi ringrazierete.






  • Dosi per uno stampo da 23 cm di diametro

  • (io ho usato uno stampo 10 x 35 e 8 stampini piccoli da crostatina)

  • Per la base:

  • 180 g di burro freddo
  • 300 g di farina
  • 90 g di zucchero a velo
  • ¼ di cucchiaino di sale
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 30 ml di acqua fredda
  • Burro fuso per ungere la teglia

  • Per la confettura:
  • 200 g di lamponi
  • 60 g di zucchero
  • 3 pezzi di anice stellato

  • Per il ripieno al cioccolato:

  • 300 g di cioccolato di buona qualità al 50%
  • 200 g di burro
  • 2 tuorli d’uovo
  • 2 uova intere
  • 60 g di zucchero
  • Per completare:
  • Cacao in polvere
  • Fragole
  • Lamponi






Procedimento:


  1. Preparate la base,
  2. Tagliate il burro a cubetti e unitelo alla farina, lo zucchero e il sale.
  3. Mescolate con la punta delle dita o usate la planetaria. Aggiungete il tuorlo,l'acqua e impastate fino ad ottenere una palla.
  4. Formate un panetto, copritelo con la pellicola e mettetelo in frigorifero per circa un'ora.
  5. Preparate la confettura di lamponi.
  6. Unite i lamponi, lo zucchero e l'anice stellato in una pentolina. Fate bollire a fuoco basso per una decina di  minuti. Fate raffreddare e togliete l'anice stellato.
  7. Cuocete la frolla.
  8. Scaldate intanto il forno a 160°. Imburrate una teglia da crostata con il fondo removibile e stendete la pasta frolla ad uno spessore di 3 mm. Rivestite la teglia, coprite la pasta con un foglio di carta forno e riempite con legumi secchi, cuocendo alla cieca per 25 minuti. Rimuovete la carta e i legumi e proseguite la cottura per altri 15 minuti.
  9. Preparate il ripieno.
  10. Fate fondere il cioccolato a pezzi con il burro in una ciotola (io ho usato il microonde).
  11. Montate le uova intere, i tuorli e lo zucchero fino ad ottenere una consistenza spumosa.
  12. Unire al cioccolato fuso.
  13. Assemblate la crostata.
  14. Versate la confettura nel guscio e livellate.
  15. Ricoprite con la crema al cioccolato e cuocete a 160° per altri 20 minuti.
  16. Fate raffreddare, spolverizzate con il cacao e decorate con lamponi e fragole.Io ho aggiunto dei fiorellini di limone.
  17. Servite a temperatura ambiente, volendo con un cucchiaio di créme fraiche.








Commenti

Post popolari in questo blog

Gelato al mascarpone senza gelatiera con ribes rossi e noci

Se l'avessi immaginato buono così questo gelato, non avrei certo aspettato gli ultimi giorni utili della sfida Re-cake 2.0 di questa calda estate. Però meglio, perchè da quanto me sono mangiato da ieri, mi ha già regalato almeno 1kg...se basta. Va beh, non importa, provatelo che non solo è facile da fare ma è anche delizioso da mangiare.  La versione originale prevedeva lamponi e pistacchi, io ho usato ribes rossi e noci, visto che il regolamento prevedeva la sostituzione.







Ingredienti
Per il gelato al mascarpone senza gelatiera:
112 g di mascarpone 155 g di latte condensato 250 ml di panna fresca mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia 1 pizzico di sale

Per la composta di ribes rossi:
125 g di ribes 50 g di zucchero 2 cucchiaini di succo di limone
Per completare:
125 g di ribes rossi 30 g di noci
Istruzioni:
Preparate la composta mettendo le bacche di ribes in un pentolino antiaderente, insieme allo zucchero e al succo di limone. Mettete sul fuoco e cuocete per 10 minuti, mescolando,…

Brioche sfogliata allo zucchero di Conticini

E' da tanto che non mi sento a casa.  Nel senso più vero del termine. Perché cambiare vita non è mai facile, anche quando è profondamente una scelta. Ma cambiare casa, dopo tanti anni, è terribilmente doloroso. Un strappo sul cuore. L' odore invitante di questa brioche, mi ha restituito un ricordo e per un attimo, come per magia mi sono sentita di nuovo fra le mie vecchie mura. E' così che vi presento la Re-Cake 2.0 di questo inizio autunno. Raccontandovi un'emozione. Un lievitato impegnativo, ma credetemi, di grande soddisfazione.







Ingredienti
Per la pasta brioche:
510 g di farina un cucchiaino di sale 40 g di zucchero 150 ml di latte  20 g di lievito di birra fresco 3 uova medie 50 g di burro più una noce per imburrare

Per le pieghe:
300 g di burro di ottima qualità
Per lo sciroppo:
30 g di zucchero 30 ml di acqua
Per la farcia:
30 g di granella di zucchero






Procedimento:
Preparate lo sciroppo facendo bollire l'acqua con lo zucchero fino al suo completo scioglimento. La…

Sbrisolona con ricotta e confettura di ciliegie

Non la facevo da un po' una sbrisolona, tanto che dopo aver cambiato la piattaforma al blog e ripristinati i vecchi post, quello relativo a questa torta mi era proprio saltato. Sparito. Me ne sono accorta per caso. Ho pensato di rimediare subito. Ho sempre considerato questo dolce, indipendentemente dalla farcitura, il mio cavallo di battaglia.  Quindi, nel mio diario di ricette, proprio non può mancare.





Ingredienti
400 g di farina 00 150 g di zucchero 100 g di burro 2 uova mezza bustina di lievito per dolci un pizzico di sale
Per la farcitura
300 g di confettura di ciliegie 400 g di ricotta di mucca

zucchero a velo per decorare

Procedimento
Impastare con le mani tutti gli ingredienti in una ciotola, dopo aver tagliato il burro a pezzetti, fino ad ottenere un impasto che si sbriciola fra le mani. Foderare una teglia da 24 cm di diametro con un foglio di carta forno, bagnata e strizzata. Coprire completamente il fondo con le briciole della pasta (circa 2/3), farcire facendo uno strat…